Fase 2: Coldiretti, cibo asporto salva il rientro al lavoro

In Gazzetta Ufficiale il Consorzio Anguria Reggiana Igp
29 Aprile, 2020
AXOR PORTA DIETRO LE QUINTE DEL LUSSO CON LA NUOVA CAMPAGNA GLOBALE
4 Maggio, 2020

Fase 2: Coldiretti, cibo asporto salva il rientro al lavoro

Dal caffè e cornetto per colazione all’insalatona per pranzo, al pollo con patate da riportare a casa per cena. Tornano i piatti che ‘salvano’ il rientro al lavoro di più di 1 italiano su 3 (37%) che acquista cibo take away. E’ quanto afferma la Coldiretti, nel sottolineare che la Fase 2 dell’emergenza coronavirus è segnata dal via libera ai cibi per asporto, una modalità particolarmente significativa per la ripresa del lavoro di 4,4 milioni di italiani. Un’opportunità colta da molte strutture localizzate in prossimità di stazioni ferroviarie, bus, uffici e imprese che si sono attrezzate per offrire il servizio in sicurezza ed evitare affollamenti. La chiusura forzata di bar, trattorie, ristoranti, pizzerie e agriturismi ha un effetto a valanga sull’agroalimentare nazionale con il valore dei mancati acquisti in cibi e bevande che, secondo la Coldiretti, sale a 5 miliardi per effetto del lockdown prolungato al primo giugno. Da quando è cominciata la pandemia in Italia, stima la Coldiretti, il 57% delle aziende agricole ha registrato una diminuzione dell’attività con un impatto che varia da settore a settore con picchi anche del 100% come per l’agriturismo.

Tratto da: https://www.ansa.it/canale_terraegusto/notizie/mondo_agricolo/2020/05/04/fase-2-coldiretti-cibo-asporto-salva-il-rientro-al-lavoro_3bfac894-1910-429e-b3b4-0e86fc6c6986.html

Lascia un commento