“Friend of the Sea”, pesca sostenibile può tutelare pinguini

A Catania, la pizza diventa slow food
10 Febbraio, 2020
Dall’antispreco all’impatto del cibo sui media, giovedì inizia il Festival del Giornalismo Alimentare
17 Febbraio, 2020

“Friend of the Sea”, pesca sostenibile può tutelare pinguini

ROMA – Friend of the Sea, l’unico programma di certificazione della pesca sostenibile riconosciuto e controllato a livello globale da un organismo nazionale di accreditamento, lancia un progetto di conservazione per proteggere i pinguini dagli effetti della pesca selvaggia e delle attività industriali. Delle 18 principali specie di pinguini nel mondo, 13 specie stanno affrontando gravi minacce alla loro esistenza. Gli habitat più colpiti si trovano nell’emisfero meridionale.

“I pinguini sono a rischio estinzione a causa dell’interazione con la pesca e di altri impatti ambientali causati dall’uomo”, afferma Paolo Bray, direttore di Friend of the Sea, nel sottolineare tuttavia che, a partire dalle scelte alimentari e di acquisto, “esistono modi per contrastare questo problema, come mangiare solo pesce proveniente da una pesca ben gestita e sostenibile che adotti misure per proteggere i pinguini e l’ambiente marino in genere”.

Il progetto di conservazione offre diversi percorsi a tutela dei pinguini, da una migliore gestione della pesca, alle pratiche che riducono le catture accessorie fino alle misure per migliorare l’habitat di nidificazione e riproduzione dei pinguini. Un impegno a tutto campo che proseguirà anche rispetto ad altri esemplari animali a rischio: Friend of the Sea e la consorella Friend of the Earth stanno supervisionando ciascuno un portafoglio di 20 progetti di conservazione. I progetti di Friend of the Sea includono “Salva gli Albatros”, “Salva le barriere coralline”, “Benessere dei pesci e specie marine”, “Salva gli squali” e altro ancora. L’organizzazione promuove anche progetti pilota relativi a ristoranti amici del mare, spedizioni sostenibili, osservazione di balene e delfini, acquari, pesci ornamentali, creme UV ecosostenibili. Mentre Friend of the Earth sta finanziando e gestendo programmi come “Salva i pappagalli”, “Salva i primati”, “Salva i pangolini” e “Salva i pipistrelli”.

Tratto da: http://www.ansa.it/canale_terraegusto/notizie/dal_mare/2020/02/11/friend-of-the-sea-pesca-sostenibile-puo-tutelare-pinguini_3bfa46a3-4c92-4d80-80fc-ca56d7ffdc46.html

Lascia un commento